Compagni di sella – CAPITOLO XII

Niente più dubbi

Sin da quando si viene alla luce, si è letteralmente schiavi del tempo che scorre, e che lentamente scivola via dalle dita di una persona, proprio come i finissimi granelli di sabbia all’interno di una clessidra. Le vite delle persone sono scandite, se non condizionate, dal placido andare del tempo stesso, sul quale non si ha controllo, e che possiede una particolarità a dir poco unica. Una volta andato, non c’è assolutamente maniera alcuna di riaverlo indietro. Durante il passare dello stesso, si può essere felici di come lo si sta impiegando, o tristi perché lo si è sprecato, assieme a tante, anzi tantissime, occasioni. Come di consueto, un altro mese è lentamente trascorso. In questo lasso di tempo, posso essere felice e fiera di affermare che tantissimi eventi positivi, fra cui l’aver vinto un concorso ippico, aver conseguentemente e parzialmente risollevato la situazione economica dei miei zii, e aver ricevuto una lettera da parte di un mio caro amico, l’hanno caratterizzato. Tutti questi eventi, hanno portato una ventata di gioia nella mia vita, e sembra che anche la giornata odierna, non sia assolutamente da meno. Difatti, seppur a distanza di un mese dall’ultima volta, ho ricevuto una nuova lettera, sempre da parte del mio amico Aidan. Quando l’ho aperta, ero davvero curiosa di scoprirne il contenuto, e dopo averla letta, non ho potuto davvero fare a meno di sorridere. In questa seconda lettera, infatti, Aidan si scusava di essere stato così vago e poco chiaro nella scrittura della prima, da me ricevuta un mese fa, e stavolta affermava, con parole a dir poco meravigliose, di provare per me, un sentimento che va ben oltre la semplice amicizia. Ha avuto inoltre, cura di chiarire che nonostante mi conosca da poco, deve ammettere che non è stato capace di negare a lungo ciò che prova. Sinceramente parlando, e per cui evitando inutili sotterfugi, anch’io devo ammettere di ricambiare completamente i suoi sentimenti. Quel che attualmente mi resta da fare, è dirglielo, ma ciò che mi frena dal farlo, è il fatto di essere, oltre che una ragazza attiva e solare, anche una molto timida, perciò, anche se è stato lui a fare il primo passo, non so se riuscirò mai a dire ad Aidan la verità. Ad ogni modo, penso che sia meglio dare tempo al tempo, e aspettare quindi l’occasione propizia per farlo. Mettendo per un attimo da parte le mie questioni di cuore, non c’è assolutamente da dimenticarsi, di un altro evento che ha reso felice la mia giornata. Infatti, dopo quasi un anno di attesa, oggi, io, Austin, Cassidy, e i miei zii, siamo felici di annunciare la nascita del puledro che Perla, la giumenta appartenuta a mio fratello, aspettava. Ognuno di noi, è felicissimo riguardo alla cosa, poiché Perla, ha finalmente dato alla luce un bellissimo puledro pezzato, che a detta del veterinario,il quale è tornato a farci visita per aiutare la giumenta a partorire, è maschio, ed è  il ritratto della salute. Siamo sollevati dal sapere che il puledro di Perla non abbia problemi, poiché durante la gestazione, è stata proprio lei ad averne. All’inizio della stessa, tutto è filato liscio, fino ad arrivare agli ultimi mesi, in cui Perla si è spesso mostrata dolorante, sofferente, e nervosa. Eravamo tutti presenti al momento del parto, ma io e Austin eravamo forse i più emozionati. In fondo, non avevamo mai assistito alla nascita di un puledro prima d’ora, e vedere il miracolo della vita, prendere forma davanti ai nostri occhi, è stato davvero qualcosa di meraviglioso. Dopo averci pensato a lungo, abbiamo deciso, una volta scoperto il sesso del puledro, di chiamarlo Tuono, poiché una delle pezzature presenti sul suo dorso, ha la vaga forma di un fulmine. Vederlo nascere, alzarsi in piedi ed avvicinarsi alla madre, che subito gli si è amorevolmente strofinata contro, mi ha davvero commosso e toccato il cuore. Tuttavia, non sono riuscita a dedicare molto tempo al nuovo puledro, perché in testa, avevo un solo pensiero fisso, ossia Aidan. Ultimamente, non faccio altro che pensare a lui e alla lettera che mi ha scritto, e inoltre, desidero davvero che sappia come stanno le cose, e che quindi, in un modo o nell’altro, si renda conto che anch’io lo amo. Così, senza pensarci due volte, ho deciso di scrivergli una lettera di mio pugno, con la ferma intenzione di spedirgliela al più presto possibile, in modo che la legga e si renda conto dei miei sentimenti. A dire la verità, non avrei mai creduto di potermi innamorare di lui, eppure, senza neanche avere il tempo di accorgermene, è letteralmente scoppiata una scintilla, e mi sono innamorata. C’è inoltre da ammettere, che sulle prime, per evitare di essere eventualmente presa in giro, cosa che alla fine, non è fortunatamente accaduta, cercavo di nascondere i miei sentimenti per Aidan ogni volta che si parlava di lui. I miei sforzi sono risultati vani, poiché è ormai cosa risaputa, che quando la mente e il cuore sono in disaccordo, è sempre quest’ultimo ad avere la meglio. In conclusione, visto e considerato l’attuale stato delle cose, posso affermare, con il sorriso sulle labbra, di non avere più dubbi riguardo alle mie questioni di cuore.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *