Amore e dolore – CAPITOLO X

Decisioni importanti

Appena due giorni fa, mia madre ha deciso di confessarmi un segreto che, a suo dire, aveva tenuto nascosto per anni. Lei stessa infatti,  ha asserito che da un pò di tempo a questa parte, mio padre, ossia suo marito, ha iniziato a maltrattarla, arrivando anche a farle del male fisicamente. Senza pensarci due volte, mi ha anche mostrato alcune delle ferite da lui a lei inferte. Non erano gravi, ma vederle, dopo essere venuta a sapere che le aveva tenute nascoste per un così lungo lasso di tempo, è stato qualcosa di a dir poco terrificante. Sapevo bene che fra i miei genitori ultimamente non correva buon sangue, e posso affermare che mi sarei aspettata di tutto, meno che questo. La cosa è diventata ormai parte della mia realtà quotidiana, perciò, anche se mi è dispiaciuto non poco venire a saperlo, è qualcosa che ormai è successo, e le cose non possono ormai cambiare. Mia sorella Melanie non sa ancora nulla dell’accaduto, il che può essere considerato un bene per lei, poiché venirne a conoscenza, di sicuro finirebbe per turbarla non poco. ad ogni modo, sia io che mia madre, sappiamo che a una di noi due toccherà dirglielo prima o poi, anche se in realtà non vorremmo affatto farlo, per evitare di ferirne il gentile e delicato animo. Ho avuto una discussione circa questo con mia madre, proprio stamattina, al termine della quale, di comune accordo, abbiamo deciso che sarai lei a farlo. Mia madre non sa ancora quando lo farà né quali mezzi utilizzerà per comunicarglielo. Di certo, sa che dovrà utilizzare una buona dose di tatto, ma l’unica pecca è che Melanie ha appena ritrovato il sorriso e la felicità, e mia madre non vorrebbe rovinare il tutto. Tuttavia, non ci sono vie d’uscita, per cui, è meglio farlo e sperare per il meglio. Lasceremo passare un pò di tempo, poi si vedrà. Abbiamo aspettato due settimane, e alla fine mia madre non ha retto, e ha deciso di dire tutto a Melanie. Mia madre ha voluto rimanere da sola con lei per comunicarglielo, perciò io mi sono messa da parte e ho lasciato che la loro conversazione finisse, senza osare interromperle. Alla fine della stessa, sentii un pianto provenire dalla stanza accanto alla mia. Era Melanie, che dopo aver discusso con la mamma, si è intristita ed ha cominciato a piangere. Io non sopporto vederla in lacrime, così, per aiutarla a calmarsi, l’ho portata nella mia stanza ed ho lasciato che si sfogasse. Melanie sembrava essere molto provata dalla conversazione, e infatti, notai che fra una lacrima e l’altra, tremava di paura. I suoi pianti non accennavano a placarsi, così decisi di avvicinarmi a lei e abbracciarla. Fortunatamente, quell’abbraccio servì a calmarla e lei tornò a sorridere. E così, insieme, siamo riuscite ad aggirare anche questo ostacolo. Tuttavia, qualcosa mi dice che non è finita qui.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *