Amore e dolore – CAPITOLO VII

Il diario di Melanie

Il nuovo giorno che è appena cominciato, si preannuncia essere uno come tanti altri, completamente ordinario, e anch’io la penso così, anche se, tuttavia, qualcosa mi dice che non sarà affatto questa la realtà odierna. Mi sento come se qualcosa di strano e di totalmente inaspettato stia per accadere. Non ne sono per niente sicura, anzi, spero di sbagliarmi, anche perché ho davvero un brutto presentimento. Vista la mia insicurezza a riguardo, sono convinta che solo il tempo riuscirà a dirmelo. Ad ogni modo, attualmente cerco di non pensarci, e lascio che la mia routine quotidiana continui come al solito. Stavo ascoltando della musica, con gli appositi auricolari infilati nelle orecchie, e seduta sul divano di casa proprio accanto a me, c’era seduta Melanie, intenta a scrivere, come di consueto, nel suo diario. Distratta dalla musica che ascoltavo, non riuscivo a capire cosa Melanie stesse scrivendo, ma mi divertiva vederla intrecciare parole, che, combinate a questa sua specie di talento naturale, si trasformano in bellissime frasi, che lei mi permette di leggere ogni volta che glielo chiedo. Oggi però, ha lasciato che leggessi il suo diario senza che io glielo chiedessi. All’inizio, la cosa mi parve alquanto strana, ma decisi di non badarci. Mi disse che avevo ripreso ad annotare i suoi pensieri in quel diario, e decise di lasciarmeli leggere autonomamente. Quel che lessi durante quel pomeriggio, mi rese davvero felicissima. Scrisse, senza tralasciare alcun particolare o dettaglio, delle bellissime frasi che stavolta riguardavano me, e il mio rapporto con lei. Quando finii di leggere, mi confessò di averlo fatto perché avermi accanto durante gli ultimi tempi, è stato per lei davvero confortante, poiché tutti i suoi compagni di scuola la prendevano in giro, la lasciavano spesso da sola, e non la coinvolgevano nelle loro attività. La maggioranza delle frasi che lessi, erano delle vere e proprie lodi, che lei mi rivolgeva, avendo intenzioni genuine. Aggiunse anche che voleva che i nostri genitori leggessero il suo diario, perché lei si fida di loro, almeno tanto quanto si fida di me. In quel momento, non sapevo davvero cosa risponderle, ma era talmente felice ed eccitata all’idea, che per non deluderla, mi limitai a sorriderle, approvando la sua idea. Il prossimo passo, era quindi mostrare il contenuto del diario di Melanie, ai nostri genitori. L’unico ostacolo sul nostro percorso, consisteva nel fatto che Melanie aveva paura della loro reazione, poiché aveva  riempito le pagine di quel diario con dei pensieri davvero profondi, che venivano direttamente dal suo cuore. Ci volle un bel pò di tempo e numerosi tentativi, ma alla fine la convinsi. In più, per nostra fortuna, oggi nostro padre e venuto a trovarci, occasione perfetta per realizzare il desiderio di Melanie. Così, dopo la cena, ci radunammo tutti e quattro in salotto, e Melanie si avvicinò a nostro padre tenendo le mani dietro la schiena. Voleva che il diario fosse per loro una sorpresa, questo il motivo per cui teneva le mani dietro la schiena, cercando di nasconderlo. Poco dopo, lo consegnò nelle mani di nostro padre, e lo invitò a leggerlo. Nostro padre quindi, lo aprì e iniziò a leggere, parola per parola, ogni singola pagina del diario di Melanie. Tutto sembrava andar bene, finché nostro padre non notò che Melanie aveva scritto anche del suo divorzio da nostra madre. Per scrivere ciò, Melanie non utilizzò parole offensive, bensì tristi, attraverso l’uso delle quali, descrisse la tristezza provata a causa del divorzio stesso. Mentre nostro padre leggeva quelle righe, notai che delle lacrime, stavano iniziando a rigargli il volto. Tentò di ricacciarle indietro, ma non riuscì nel suo intento, così decise di posare il diario di Melanie sul tavolo, e abbracciare sia me che lei, mentre era ancora con il volto ricoperto di lacrime. Fatto ciò, si concesse un paio di minuti per ricomporsi, dopodiché, si scusò in maniera sincera con tutte noi, compresa nostra madre. Si scusò con me e Melanie per la tristezza e il dolore che aveva capito di averci causato, e con nostra madre, per aver lasciato che dei litigi si frapponessero fra loro e il loro amore. Anche nostra madre finì per commuoversi e abbracciare Melanie forte a sé. Fortunatamente accettò anche le scuse di nostro padre, e tutto questo lasciò presagire che ogni cosa sarebbe tornata normale nel giro di poco tempo.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *