16 anni: Io e le mie scelte – CAPITOLO XIII

Il mondo degli adulti

Una nuova giornata sta oggi avendo inizio, ma quella odierna non è una giornata come qualunque altra, infatti, oggi è il giorno del mio ventesimo compleanno. È davvero incredibile: a volte sembra che il tempo  non passi mai, e altre sembra che voli, e infatti nel mio caso, il tempo è letteralmente volato, perché ancora non riesco a credere di aver vissuto per due decadi. Oggi ho anche ricevuto una telefonata da mia madre che mi chiamato per farmi gli auguri di buon compleanno, festa che per me, è sempre stata molto speciale. Per me è sempre stato importante ricevere gli auguri di compleanno da parte dei miei cari e dei miei amici, e infatti, quando ero bambina, e qualcuno se ne dimenticava, ci rimanevo davvero male essendo il compleanno una festa che viene, per ognuno di noi, per l’appunto una volta l’anno, per cui se qualcuno se ne scordava, mi toccava aspettare l’anno seguente per riceverli di nuovo. Ad ogni modo, questa mattinata sembra essere iniziata esattamente come avrei voluto che iniziasse. Difatti, va tutto secondo i piani: mi sono svegliata d buon’ora e piena di energie, ho avuto tutto il tempo per organizzarmi per andare all’università, e soprattutto non ho fatto tardi e la lezione è andata benissimo. La giornata sembrava andare di bene in meglio. Infatti, una volta tornata a casa, una sorpresa era lì ad aspettarmi. Non appena varcai la soglia della camera di Jackson, lui stesso mi fermò e mi abbracciò forte, augurandomi buon compleanno. Ma non era finita lì. Infatti, subito dopo avermi abbracciato, mi invitò d andare a sedermi con lui sul divano dicendo che aveva qualcosa da mostrarmi. Appena ci sedemmo l’uno accanto all’altra sul divano, lui m guardò negli occhi, mi baciò sulle labbra e dopodiché mi disse di chiudere gli occhi e di tendere una mano verso di lui tenendo gli occhi chiusi. Jackson mi fece mantenere quella posizione per circa una ventina di secondi, allo scadere dei quali riaprii gli occhi, curiosa, perché non avevo ancora capito quello che stava succedendo. Ad ogni modo, quando riaprii gli occhi, non riuscii a credere a quello che stavo vedendo. Il mio ragazzo mi aveva appena regalato un favoloso paio di orecchini dorati. Ero totalmente allibita. ai miei occhi, tutto appariva irreale, eppure non era così.  Era stato un pensiero bellissimo da parte sua, ed essendo fidanzata con lui da ormai quattro anni, sapevo di potermi aspettare di tutto, ma non avrei mai potuto pensare ad una cosa del genere. Farmi quel regalo è stato un ottimo modo per migliorare il mio umore e rendermi felice. Essendo quest’oggi per me un giorno speciale, ho deciso di dedicarlo interamente al rapporto con il mio fidanzato. Infatti, come era prevedibile, siamo usciti e abbiamo passato la serata fuori, iniziando con una cena al ristorante vicino casa, e finendo con l’andare a ballare in discoteca. Devo ammettere che questo è stato forse il compleanno migliore che io abbia mai festeggiato. Questa giornata è stata a dir poco perfetta. È andato tutto, ma proprio tutto, come speravo che andasse, senza nessun dettaglio mancante o particolare fuori posto. Oggi mi è davvero sembrato di vivere una vera e propria favola. È stato bellissimo avere l’occasione d passare una giornata di questo genere con il mio fidanzato, che l’ha resa davvero divertente e piacevole. Ovviamente, non bisogna sempre e solo pensare che nel mondo tutto sia rosa e fiori, ma anche rendersi conto che il tempo che passa, porta tantissimi cambiamenti sia alla nostra vita che a quella degli altri, infatti, l’aver raggiunto i vent’anni d’età, mi ha fatto molto riflettere. Ad esempio, sono un anno più vicina alla fine degli studi, sono molto più libera e indipendente, e, stando alla legge, posso anche sposarmi e avere dei figli, cosa che certamente non accadrà prima che io finisca gli studi e diventi, realizzando il mio sogno nel cassetto, insegnante di lettere. L’aver compiuto vent’anni, perciò, simboleggia per me l’ingresso nel mondo degli adulti. Difatti, ora che sono ufficialmente diventate una ventenne, s che non verrò più considerata una ragazza, bensì un’ adulta, una donna fatta. Sinceramente, non ho mai desiderato crescere in fretta, poichè ho sempre saputo, sin dall’inizio, che se l’avessi fatto, sarei diventata ansiosa, avrei messo fretta alle cose e non mi sarei affatto potuta godere i miei anni da adolescente che, con l’arrivo dei miei vent’anni , sono ufficialmente finiti. Ora  come ora, sono più che sicura di poter affermare che sono riuscita a godermi il mio periodo adolescenziale nel migliore dei modi. Durante questi anni, infatti, mi sono successe tante cose, una migliore dell’altra, e ho passato tanti momenti a dir poco indimenticabili che spero, un giorno, in un futuro non troppo lontano, di poter ripetere.
Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *